Dacci oggi il nostro Hersch quotidiano

Quando il Jazz Standard a New York ha annunciato che a causa del covid 19 stava chiudendo volontariamente, quasi immediatamente è seguita la chiusura di locali, club e teatri di capienza maggiore di 500 persone in tutti gli States. La cultura dal vivo è stata temporaneamente rimandata.

Fred Hersch ha però deciso che anche i musicisti possono lavorare da casa. E mentre ammette che ha dovuto cancellare tutti i concerti da qui a maggio, prenderà come un’opportunità suonare in livestream un breve set ogni giorno alle 13:00 EST (18 per l’Italia) dal suo loft  di SoHo mentre imperversa il contagio (che si tratti di settimane o mesi) .

Il mini set di ieri sera è iniziato con una malinconica composizione di Hersch, Valentine, dedicata al suo amico Nathan Allman, seguita da un pezzo celebrativo scintillante, l’omaggio di Ellington a Billy Strayhorn, … And his mother called him Bill . Il terzo e conclusivo brano invece è uno standard di Rodgers e Hammerstein, State Fair.

Quello che sta facendo Hersch è una cosa meravigliosa per tutti noi appassionati, e anche se adesso sembra insolito, forse questo è il momento decisivo per il decollo definitivo dei concerti digitali . E ci sono sicuramente alcuni vantaggi: le 800 persone che ieri pomeriggio hanno visto  online il concerto battono sicuramente la capienza massima di 150 persone al The Jazz Standard. Vi è una maggiore partecipazione di pubblico e un livello di intimità che non sempre è raggiungibile in un club, senza contare che Hersch sta ricevendo richieste per futuri concerti online.

Naturalmente non c’è nemmeno la stessa intensità di un concerto dal vivo. In parte ciò è dovuto ai capricci delle connessioni Internet, mai cosi’ sovraffollate e imprevedibili come ora, e alle dimensioni contenute degli schermi dei laptop. Ma è chiaro che ciò che si guadagna in intimità si perde in atmosfera ed esperienza audio della musica dal vivo. Questa serie di concerti è un eccitante segno di resilienza di una comunità culturale che è particolarmente colpita. 

I concerti quotidiani sono trasmessi QUI in streaming

Alle 13:00 EST che sono le 17:00 ora di Londra per questa settimana, e le 18 per l’Italia, passando alle 18:00 ora di Londra domenica 29 (grazie agli Stati Uniti che prendono l’ora legale qualche settimana prima) e quindi alle 19 da noi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.