Il Best(i)one di TdJ 2018 – 3 parte

 

DSCF2449
disegno di Giulia Cenni

Il 2018 è stato a mio parere un anno fecondo e ricco di ottimi album come forse negli ultimi anni non era accaduto. Debbo però fare un distinguo per me fondamentale: ottimo album non significa album che passerà alla storia e che verrà ricordato a distanza di anni e non solo nell’immediato.

E se l’ottica con la quale si deve tracciare un bilancio è necessariamente questa, allora il cerchio si restringe in maniera netta. Per questo motivo le mie indicazioni non superano i due titoli in ambito italiano, dove mi spiace di avere ascoltato troppo poco rispetto all’offerta (vale in generale, per me un anno di ascolti limitati rispetto al debordante mercato discografico).

 

Molto più facile invece stilare cinque titoli per quanto riguarda inediti e ristampe e jazz internazionale, dove si sarebbe potuto facilmente raggiungere anche il doppio del richiesto, senza per questo smentire quanto scrivevo all’inizio: pochi di questi titoli diventeranno punti di riferimento imprescindibili negli anni a venire, questo fondamentalmente perché si tratta di album di musicisti affermati, non nuovi a sfornare capolavori e con già un posto assicurato nella storia della musica jazz.

 

Poca o nessuna traccia di nomi nuovi, almeno nel mio personale Top, la luce proviene principalmente da musicisti ben conosciuti. Per quanto concerne il panorama nazionale purtroppo molti lavori di musicisti più che interessanti sono autoprodotti, senza una distribuzione che non sia quella diretta nel dopo concerto.

Ovvio che questa situazione limiti sia l’appassionato che i diretti interessati, ma questo è un discorso che ci porterebbe lontano ed esula dal Best(i)one.

Roberto Dell’Ava

 

Jazz internazionale

Steve Coleman and Five Elements Live at the Village Vanguard, Vol. 1 (The Embedded Sets) (Pi)

Henry Threadgill Double Up, Plays Double Up Plus (Pi)

Wayne Shorter Emanon (Blue Note)

Roscoe Mitchell Montreal Toronto Art Orchestra –Ride the wind (Nessa)

Keith Jarrett – La Fenice (ECM)

dal1

Jazz Italiano 

Franco D’Andrea Octet  – Intervals II (Parco della Musica)

Roberto Ottaviano – Eternal Love (Dodicilune)

breuker

Inediti/Ristampe

Willem Breuker Kollektief – Out of the box (Bw Haast)

John Coltrane Both Directions at Once: The Lost Album (Impulse!)

Miles Davis & John Coltrane The Final Tour: The Bootleg Series, Vol. 6(Columbia/Legacy)

Wes Montgomery In Paris: The Definitive ORTF Recording (Resonance)

Grant Green Funk in France: From Paris to Antibes, 1969-1970 (Resonance)

 

 

 

 

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...