LA NUOVA CASA DI BONAVENTURA..

Come promesso, ritorniamo sull’argomento del trasferimento del battagliero club musicale milanese (per i precedenti, vedi QUI).
Ieri è stata inaugurata la nuova sede di BUCCINASCO, VIA MODENA 15. Purtroppo non disponiamo ancora di foto del sito, salvo quanto si può ricavare da Google Maps. Da quel che si vede, problemi di vicinato dovrebbero esser finalmente fuori questione.
Come già in precedenza, il locale fruirà anche di uno spazio esterno da utilizzare nella bella stagione; ad esso di affianca anche un’area di parcheggio riservata, importante dato che la nuova sede è raggiungibile in auto in ore serali.
La sala interna conterà su ben 100 posti in configurazione normale, che possono aumentare sino a 250 in occasioni speciali (probabilmente rimuovendo i tavolini). Il palco è bello comodo, 5 metri per 7, dotato di pianoforte a coda e batteria, l’impianto di sonorizzazione e monitoraggio è concepito anche per accogliere big band (Archtipel? Lydian? Extemporary Vision Ensemble? Speriamo….).
E’ presente anche un jukebox d’epoca, oggetto fascinoso, peccato che funzioni probabilmente solo con i 45 giri, tra i quali è arduo trovarne di jazz… ma chissà, con la tecnologia di oggi magari si potrebbe anche allestirlo in modo da consentire per un nichelino l’ascolto di qualche brano, magari offerto in anteprima proprio dalle band che si esibiscono al Bonaventura. Sarebbe una trovata di promozione mica male, semprechè come di consueto SIAE non si metta di traverso….

Le serate dedicate al jazz rimangono il martedì ed il giovedì (quest’ultima con l’interessante jam session supportata dal trio residente), negli altri giorni prosegue la programmazione rock, blues e soul.

L’accesso avverrà tramite iscrizione gratuita ad un’associazione di nuova costituzione che gestirà l’attività musicale, solito slalom tra i paletti della burocrazia.

La nuova sede è stata tenuta a battesimo dal trio di Enrico Intra, cui seguirà il 28 febbraio un’altra gloria del jazz italiano come Enrico Rava. Nel frattempo è già stata definita la programmazione ordinaria di febbraio, che potrete trovare qui.
Auguriamo a Bonaventura tutta la fortuna ed il successo che merita – particolarmente dopo le note vicissitudini che l’hanno portato a lasciare Milano, città ormai irrimediabilmente ‘sorda’ e chiusa – e soprattutto di ricreare l’atmosfera calda e coinvolgente per musicisti e pubblico, che costituiva sua caratteristica pressocchè unica in città. Mi raccomando, non mancate di sostenerlo in questa nuova impresa. Milton56

1 Comment

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...